Lettenareal, Zürich (ZH), © Livio Piatti

Campagna

La campagna «Anno del giardino 2016 – Spazio per incontri» promuove la conservazione e lo sviluppo degli spazi liberi e dei giardini, attirando l'attenzione sulla loro importanza fondamentale per una densificazione di qualità.

Perché è necessaria questa campagna?

L’aumento demografico e la crescita degli insediamenti in Svizzera hanno suscitato un ampio dibattito sulla necessità di porre un freno alla dispersione insediativa e di tutelare il paesaggio. Negli ultimi anni, l’esito di diverse votazioni ha dimostrato la volontà della popolazione di promuovere lo sviluppo centripeto e la densificazione degli spazi urbani.

Negli agglomerati urbani, gli spazi liberi quali giardini, parchi, piazze e aree verdi di ogni genere contribuiscono in misura decisiva alla qualità di vita e degli insediamenti nonché alla biodiversità; inoltre conferiscono una struttura e un’identità al territorio. L’esigenza di densificare il tessuto urbano comporta una maggiore pressione sulle superfici libere rimaste, che corrono il rischio di essere edificate o sottoposte a uno sfruttamento eccessivo.

Maggiore è la densità insediativa, più la qualità degli spazi pubblici acquisisce importanza. Il ruolo delle superfici non edificate per lo svago, il contatto con la natura, le relazioni sociali e l’identità non è sufficientemente considerato in sede di pianificazione e progettazione; troppo raramente la popolazione è coinvolta in questi processi e invitata a far valere le proprie esigenze.

Urge quindi un’ampia discussione sulla rilevanza, l’utilità e la cura degli spazi liberi nelle aree urbane svizzere.  La campagna «Anno del giardino 2016 – Spazio per incontri» offre una piattaforma a questo dibattito.

Quali sono i nostri obiettivi?

La campagna «Anno del giardino 2016 – Spazio per incontri» intende sensibilizzare l’opinione pubblica e gli specialisti in merito all’importanza degli spazi liberi nelle aree urbane e offrire esempi virtuosi e consigli pratici in quest’ambito.

  • Mediante visite guidate, pubblicazioni, esposizioni, tavole rotonde e altre iniziative rivolte al grande pubblico, si cercherà di attirare l’attenzione sul tema degli spazi liberi urbani.
  • Specialisti della sistemazione dello spazio saranno coinvolti in una riflessione inter- e transdisciplinare sugli aspetti creativi, sociali ed ecologici degli spazi liberi urbani e invitati a dialogare con la popolazione nel quadro di conferenze, pubblicazioni, visite guidate e altri eventi.
  • La varietà degli spazi liberi nelle aree urbane in Svizzera sarà illustrata da un punto di vista culturale e sociale e sotto il profilo della pianificazione territoriale e urbanistica; inoltre si cercherà di promuovere il dibattito su questi temi nei media.
  • Ricorrendo ad approcci diversificati e creativi, si intende stimolare l’interesse del grande pubblico e degli specialisti per gli spazi liberi e la loro rilevanza sociale nelle aree urbane.  
  • Il dibattito tra esperti sull’importanza degli spazi liberi e dei giardini alla luce della densificazione degli spazi urbani verrà incentivato e intensificato.
  • L’interesse del grande pubblico e degli specialisti per la conservazione degli spazi liberi negli agglomerati urbani verrà rafforzato.
  • Si intende stimolare e rinsaldare il dialogo tra la popolazione e le amministrazioni delle città e degli agglomerati riguardo allo sviluppo dei quartieri e alla pianificazione degli spazi liberi.

Qual è la nostra visione?

Gli abitanti delle aree urbane svizzere devono poter beneficiare di spazi liberi di varia natura, facilmente accessibili e di elevato livello qualitativo in quantità sufficiente. L’importanza di queste superfici non edificate per lo svago e i contatti sociali è riconosciuta e tenuta in considerazione in fase di pianificazione. In una Svizzera sempre più urbanizzata, la creazione di nuovi spazi liberi e il mantenimento e la cura di quelli esistenti costituiscono un’esigenza sociale condivisa.

A chi si rivolge la campagna?

La campagna è indirizzata all’opinione pubblica, agli specialisti di varie discipline, ai politici e alle autorità comunali, cantonali e nazionali e attribuisce grande importanza ai proprietari di terreni. Oltre a proporre eventi specifici per le categorie appena menzionate, si intende anche favorire gli scambi tra di esse.

L’opinione pubblica verrà coinvolta affrontando le domande e le rivendicazioni della popolazione per quanto riguarda la qualità, lo sfruttamento, la sistemazione e la cura degli spazi liberi della loro località di domicilio o del loro quartiere.

Il tema della densificazione del tessuto urbano richiede necessariamente un approccio interdisciplinare, in particolare in relazione agli spazi liberi. Per questo motivo ci rivolgiamo agli specialisti (esperti di pianificazione del territorio, architetti paesaggisti, architetti, urbanisti, addetti alla conservazione dei monumenti storici, amministratori del patrimonio edilizio, progettisti, esperti di protezione ambientale ecc.).

La politica assume un’importanza strategica ai fini della creazione, conservazione e tutela degli spazi liberi nelle aree urbane. Mediante eventi mirati, si intende sensibilizzare i politici attivi su scala comunale, cantonale e nazionale su questo tema.

Oltre alle autorità pubbliche, che regolamentano l’attività edilizia, tra i protagonisti della densificazione del tessuto urbano figurano i proprietari di terreni, che influenzano in misura determinante lo sfruttamento e la qualità degli spazi liberi.

Chi partecipa alla campagna?

Oltre agli enti promotori, sono invitati a proporre manifestazioni nel quadro della campagna «Anno del giardino 2016 – Spazio per incontri» tutti coloro che sono interessati a parteciparvi (privati, autorità, organizzazioni ecc.), a condizione di rispettarne le regole. Questi eventi devono essere in linea con gli obiettivi della campagna.

Gli organizzatori hanno avuto la possibilità di comunicare le loro proposte all’organo responsabile, che poi ha deciso di integrarle nella campagna «Anno del Giardino 2016 – Spazio per incontri».

Home